Cosa sono le opzioni binarie?

Fare trading con le opzioni binarie

Tra gli strumenti di investimento finanziario che riscuotono un sempre maggiore successo figurano certament
e le opzioni binarie.

Si può affermare che fare trading con le opzioni binarie significhi praticamente fare una previsione sull’andamento del prezzo di un bene (in inglese spesso definito come asset) che può essere di svariate tipologie: valute (Forex), azioni, indici o materie prime.

Le opzioni binarie, come dice il nome stesso, consentono al trader di avere solo due possibilità di scelta: nel caso in cui la previsione effettuata sull’opzione si riveli corretta l’opzione vi sarà un guadagno, in caso contrario una perdita.

Il trader fin dall’inizio è a conoscenza del guadagno o della perdita generata dall’opzione, solitamente il guadagno oscilla tra il 70% e il 90% rispetto all’importo investito e l’ammontare è stabilito dal broker in base anche alla tipologia di investimento.

La semplicità di questa forma di investimento la rende particolarmente utilizzata da chi non ha conoscenze approfondite di finanza, ma vuole comunque investire piccoli risparmi in modo da farli fruttare. Il suo successo è determinato anche dall’elevata accessibilità, infatti, basta avere una connessione internet ed aprire un conto presso un broker per avere accesso alle piattaforme.

Quali sono le tipologie di opzioni binarie?

Vi sono tre tipologie principali di opzioni binarie generalmente offerte dai broker più autorevoli online:

  1. Le opzioni Call/Put (anche definite alto/basso o sopra/sotto): sono le più conosciute, richiedono che il trader stabilisca se, entro la scadenza determinata, il valore del sottostante sarà più alto o più basso rispetto al valore iniziale. Nel primo caso esercita un’opzione call, nel secondo un’opzione put. Le opzioni 60 secondi sono considerate una variante di questo primo insieme.
  2. La seconda tipologia di opzioni binarie è denominata Range o Intervallo: l’investitore deve stabilire se entro un determinato tempo il sottostante resterà o meno in un intervallo di valore specifico.
  3. La terza tipologia sono le opzioni binarie One Touch (Tocca o Non tocca): in questo caso il trader deve investire sulla possibilità che il valore del sottostante tocchi o non tocchi un determinato valore massimo o minimo.

Oltre a quelli sopra elencati, vi sono anche broker che mettono a disposizione schemi che permettono di costruire delle opzioni “su misura” come nel caso delle opzioni builder, caratterizzate da un maggior livello di personalizzazione, infatti, il trader può modificare dei parametri.

La scadenza delle opzioni binarie: scegliere il giusto time frame per i propri investimenti

Nelle opzioni binarie il trader ha il vantaggio di avere anche una vasta possibilità di scelta sui tempi di scadenza. Molto spesso i trader principianti sottovalutano l’importanza di questa scelta, che deve essere invece fatta in modo attento ed oculato, informandosi, facendo esperienza ed utilizzando un metodo di analisi.

In linea di massima tutti i broker mettono a disposizione scadenze a 60 secondi, ve ne sono alcuni che offrono anche opzioni a 30 secondi. Ciò vuol dire che si apre l’investimento e dopo un minuto si conosce già il risultato del proprio investimento.

Le scadenze disponibili sono numerose, da 60 a 120 fino ad arrivare a 180 secondi, e poi ancora 5 minuti, 10 minuti, fino ad arrivare a scadenze giornaliere o anche di più settimane.

In alcuni casi il broker permette di modificare la scadenza inizialmente prevista, in tale evenienza comunque si paga una piccola commissione al broker. La chiusura può essere sia anticipata, ad esempio sfruttando una situazione in the money, oppure posticipata quando l’investimento è in perdita ma si ritiene che la propria previsione possa comunque avverarsi in un tempo più lungo.

Conclusione e consigli

Al fine di effettuare degli investimenti profittevoli il consiglio è di iniziare con un conto demo, cioè un conto virtuale con il quale è possibile allenarsi senza correre il rischio di perdite reali.

Per affinare la propria tecnica è possibile utilizzare degli indicatori, tra questi l’RSI che si utilizza per individuare le fasi di ipervenduto ed ipercomprato. Un altro indicatore che può aiutare a stabilire l’andamento di valore del sottostante è il MACD che analizza la tendenza al rialzo o al ribasso.

Per coloro che non hanno nozioni di economia vi è la possibilità di utilizzare segnali di trading, questi sono a loro volta basati su analisi eseguite da professionisti del settore. Gli stessi possono essere messi a disposizione anche gratuitamente dai broker.

UltraTrade: broker di opzioni binarie

I vantaggi e i servizi offerti dal broker UltraTrade

UltraTrade, un nuovo broker nel panorama del trading online Il sempre maggiore interesse per il trading online ha portato alla nascita molte società di brokeraggio, ultima tra le quali UltraTrade. Fondato alla fine del 2015, il broker UltraTrade è già operativo al sito www.ultratrade.com ed offre la possibilità di fare trading nel campo delle opzioni binarie.…

Read more